“Porto le condoglianze dello Stato agli amici di Soumayla Sacko e alla famiglia che si trova in Mali. C’è una bambina di 5 anni che ha perso il padre”. Roberto Fico è la carica più altro dello Stato mai entrata nel ghetto di San Ferdinando, in provincia di Reggio Calabria, dove viveva il bracciante africano ucciso il 2 giugno perché stava prendendo, in un terreno abbandonato, alcune lamiere che servivano per costruire una baracca.  È stata l’occasione per esprimere non solo la sua solidarietà ma anche per porre le basi per un tavolo che consenta alle istituzioni di trovare una soluzione per i migranti impegnati nella raccolta delle arance. “Per me oggi è un giorno di progettualità.-  aggiunge il presidente della Camera Fico – Qui parliamo dei diritti dei lavoratori. Siamo in una Piana che produce agrumi e arance meravigliose. Le aziende agricole hanno bisogno di braccianti che però devono essere garantiti nei loro diritti. Le aziende si devono occupare anche del vitto e dell’alloggio. Se non ce la fanno bisogna mettere in campo altre risorse. La bravura di uno Stato deve essere quella di riuscire a trovare soluzioni a problemi complessi. Dobbiamo anche parlare di grande distribuzione che abbatte i prezzi. Così le aziende non ce la fanno e poi la catena più debole, che sono i braccianti, vengono schiavizzati. L’Europa, come spesso accade, ci lascia soli. La politica nazionale e regionale devo dare una mano”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aquarius, così cominciò il nazismo

next
Articolo Successivo

Brunetta a Salvini: “Torna da noi, Matteo. Ricostruiamo centrodestra con Berlusconi. M5s? Degli scappati di casa”

next