“Al momento non abbiamo ancora ricevuto comunicazioni ufficiali. L’ultima, da parte dell’Mrcc di Roma, l’abbiamo avuta ieri sera (domenica 10 giugno, ndr)”. A dirlo è Alessandro Porro, soccorritore volontario a bordo della nave Aquarius, che ha tratto in salvo 629 migranti. “Il porto di Valencia è troppo lontano, ci vogliono giorni per raggiungerlo. Stasera terminiamo il cibo altamente energetico che generalmente distribuiamo ai migranti” continua. “In loro sta salendo la preoccupazione, ci chiedono dove li porteremo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Foggia, pistolettate nel video rap ‘Mafia’ girato nel paese sciolto per infiltrazioni: perquisizioni per trovare l’arma

next