Nasce il Dream Team HondaJorge Lorenzo è ufficialmente il nuovo pilota della Hrc per la prossima stagione. La firma è stata annunciata questa mattina: il pilota spagnolo, tre volte campione del mondo con la Yamaha e fresco della prima vittoria in sella alla Ducati ottenuta al Mugello, si unirà al Team Repsol per i prossimi due anni. Sarà il compagno di squadra dell’iridato in carica e leader della classifica 2018: Marc Marquez. La Honda riunisce così in una sola squadra 11 titoli mondiali complessivi.

“Due grandi campioni con grande talento e grandi speranze che renderanno la squadra più forte e contribuiranno allo sviluppo della Hrc”, hanno spiegato da Tokyo. Dopo le parole dell’a.d. Ducati Claudio Domenicali due settimane fa, l’addio di Lorenzo a Borgo Panigale sembrava scontato nonostante la vittoria al Mugello: “Ormai è troppo tardi“, aveva confermato il maiorchino a fine gara. Jorge lascia la Rossa dopo che nulla è andato come sperato e il paragone con il compagno Andrea Dovizioso è stato a tratti impietoso. Ad affiancare il vice-iridato arriva Danilo Petrucci, autore di una continua crescita con la moto satellite della Ducati, la Pramac, e ora meritevole di una chance con la casa ufficiale: è la grande occasione della sua carriera.

Dall’altra parte la Honda cercava un pilota da affiancare Marquez, viste le prestazioni di Daniel Pedrosa, non più ai livelli di qualche anno fa, quando era lo sparring partner perfetto dell’astro nascente Marc. L’Hrc ha comunicato martedì il divorzio con Dani dopo tutta una carriera passata con la Casa dell’Ala. A quel punto l’arrivo di Lorenzo era scontato: Honda dovrà gestire ora due personalità forti che vogliono entrambe vincere. Aiuterà il buon rapporto che c’è tra i due piloti spagnoli, mai nascosto al di là delle polemiche del mondiale 2015, quando le prestazioni di Marquez furono alla fine, volontariamente o meno, determinati per far vincere a Lorenzo il suo ultimo titolo mondiale a discapito di Valentino Rossi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

MotoGp Mugello 2018, trionfo Ducati: vince Lorenzo davanti a Dovizioso. Rossi terzo, cade Marquez

prev
Articolo Successivo

MotoGp Catalogna, qualifiche: Lorenzo in pole davanti a Marquez e Dovi. Rossi 7°

next