“Dove c’è il disordine io prospero e quindi voterò la fiducia al governo”, ha detto Vittorio Sgarbi in Aula alla Camera. Il critico d’arte e deputato di Forza Italia ha chiesto di intervenire a titolo personale e con argomentazioni paradossali voterà in dissenso dal suo gruppo. “Lei è un vicepremier di due vicepremier – ha detto tra l’altro rivolto al premier Giuseppe Conte -, non è stato incaricato da Mattarella, ma da Di Maio. E Salvini ha avuto l’incarico da Berlusconi”.  Secondo Sgarbi, “Conte è stato incaricato da Di Maio e Salvini, che a sua volta è stato incaricato da Berlusconi”. Luigi Di Maio ha sorriso interdetto e con l’aria di compiangere Sgarbi, così come il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al suo fianco. Impassibile e severo lo sguardo del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, mentre nell’emiciclo della Camera si diffondeva l’ilarità, specie tra i banchi del centrodestra, alle parole del deputato di Forza Italia. “Si può dire che Salvini è un Bersani riuscito – ha detto ancora Sgarbi -. Voglio vedere quante persone del Movimento 5 Stelle voteranno il programma contenuto nel discorso estremista di Molteni (della Lega, ndr): e allora io voterò la fiducia, la voterò pienamente per assistere al vostro declino“, riferendosi ai cinquestelle, che “vanno inglobati e distrutti”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Delrio a Conte: “il fratello di Mattarella si chiamava Piersanti”. È scontro in aula

next
Articolo Successivo

Sicilia, candidato di Salvini nipote del condannato per mafia: ‘Non si scelgono i parenti’. Candiani: ‘Noi Legione straniera’

next