“Signor Presidente, Lega e M5s non le hanno messo in testa una corona. Si guardi bene allo specchio: è il cappello di Pinocchio“. È un passaggio dell’intervento di Giorgio Mulé, deputato di Forza Italia, prima del voto di fiducia alla Camera al governo guidato da Giuseppe Conte. “Presidente – ha continuato Mulé – lei ha pronunciato 5934 parole nel suo discorso, a Dante Alighieri ne servirono 942 per scrivere il primo canto dell’Inferno, e lui si che determinò un cambiamento”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Flat tax, Salvini: “Giusto che chi guadagna di più paghi meno tasse perché spende e investe di più”

next
Articolo Successivo

Tav, Toninelli: “Passare sul corpo di Chiamparino per bloccarla? Stia tranquillo, potrebbe non esserci mai un treno”

next