I protagonisti dell’inchiesta Mafia Capitale in trasferta a Milano per confrontarsi con i vertici delle istituzioni regionali sul tema della giustizia. Da un lato il presidente della Lombardia Attilio Fontana e il procuratore della Corte dei Conti regionale Salvatore Pilato, dall’altro il pm Paolo Ielo, giovane procuratore ai tempi di Mani Pulite e titolare dell’inchiesta Mafia Capitale e il generale Cosimo di Gesù, protagonista delle più scottanti inchieste sulle infiltrazioni mafiose nella capitale.

“I costi economici e sociali dell’illegalità. Milano – Roma due esperienze a confronto”. Questo il titolo dell’incontro che si terrà giovedì 7 giugno alle ore 10 alla Fondazione Stelline di Milano e sarà moderato dal direttore de ilfattoquotidiano.it Peter Gomez. Il panel apre la kermesse “Innovazione Direzione Nord. L’innovazione che serve”, una due giorni dedicata al tema promossa da Italia Direzione Nord. Sono previsti incontri in cui si alterneranno voci istituzionali, rappresentanti del mondo dell’impresa e dell’associazionismo chiamati a raccontare le eccellenze italiane, dalla robotica alle nuove frontiere della medicina, dalle smart city alla rigenerazione urbana, senza trascurare i limiti del sistema, dal rischio illegalità alla burocrazia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Mafia, blitz della polizia contro la rete che protegge Messina Denaro: 17 indagati

next
Articolo Successivo

Processo clan Spada, Comune e Regione parti civili ma nessuna delle 15 parti offese si costituisce

next