“La scelta più coerente rispetto alla fiducia a questo governo credo sia l’astensione: poi valuterò volta per volta le scelte dell’esecutivo, senza pregiudizi ma solo nell’interesse del popolo italiano”. Lo ha detto la senatrice a vita Liliana Segre annunciando in Senato le sue intenzioni di voto sulla fiducia al governo guidato da Giuseppe Conte. Standing ovation unanime (e commossa) quando Segre ha ricordato le leggi razziali e la sua esperienza da deportata. “Mi opporrò con tutte le energie che mi restano a leggi speciali contro i popoli nomadi” ha aggiunto la senatrice, con particolare riferimento a Rom e Sinti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Morra (M5s) contro Renzi: “Nostro presidente cita filosofi e letterati russi, lui i Jalisse e le serie televisive”

next
Articolo Successivo

Governo Conte, dai cartelli di Faraone alle smorfie di Renzi: tutte le immagini del giorno della fiducia – FOTO

next