“L’ipotesi Governo M5S-Lega è difficile che maturi. Giorgetti premier? Ipotesi fantasiosa”. Giancarlo Giorgetti, intercettato da ilfattoquotidiano.it tra Camera e Senato smorza gli entusiasmi di pentastellati e leghisti.

Se non c’erano le condizioni tre giorni fa è difficile che ci siano adesso, però vediamo. Ora c’è Cottarelli che sta tentando di fare il governo e se i voti non ce li avrà dovremo studiare un percorso ordinato verso elezioni il prima possibile”. E sul voto anticipato, aleggiato già ieri per la data del 29 luglio, il braccio destro di Matteo Salvini è scettico: “Bisogna decidere una data ragionevole. Può essere anche il 29 luglio, ma – spiega Giorgetti – se si riuscisse a votare in una data a settembre, probabilmente anche la campagna elettorale si riuscirebbe a fare in modo più ordinato. Giorgetti infine tiene il punto qualora oggi o in futuro ci dovesse essere un governo con il M5S Savona all’Economia: “Proprio per questo ritengo sia difficile che all’ordine del giorno ci sia un governo M5S-Lega”.