Due italiani tra i magnifici 100 scelti dal Time. L’astrofisica Marica Branchesi e il chirurgo Giuliano Testa sono stati inseriti dal settimanale americano nell’elenco delle persone più influenti al mondo nel 2018. La scienziata, già segnalata da Nature tra i dieci scienziati dell’anno, è professoressa associata del Gssi, il Gran Sasso Science Institute ed è nota per aver “captato” le onde gravitazionali. Il padovano Testa è invece a capo del team che ha realizzato il primo trapianto di utero negli Stati Uniti.

Marica Branchesi, nata a Urbino 41 anni fa, è stata inserita nella categoria “Pionieri“. Lavora nei laboratori nazionali del Gran Sasso dell’Istituto nazionale di Fisica Nucleare ed è attiva da anni all’interno della collaborazione internazionale di Ligo-Virgo, il rivelatore europeo di onde gravitazionali che si trova a Cascina, in provincia di Pisa. La Branchesi ha fatto in modo che ricercatori e scienziati internazionali mettessero insieme le proprie competenze e conoscenze aprendo la strada alla cosiddetta astronomia multimessaggero, che fa uso sia dei tradizionali segnali di onde eletromagnetiche (fotoni) sia dei segnali di onde gravitazionali.

Testa, originario di Padova, lavora al Baylor University Medical Center di Dallas dove è a capo del team che ha realizzato il primo trapianto di utero negli Usa da cui è nato un bambino. L’articolo che spiega l’importanza del medico è stato scritto dalla protagonista dell’intervento che ha preferito rimanere anonima. Il bimbo, nato nel 2017, è il secondo dopo quello nato in Svezia nel 2014 da una donna a cui era stato trapiantato l’utero.