La stagione del MotoGP è cominciata, e l’allenamento di Jorge Lorenzo in vista dei Gran Premi è stato meticoloso. Il campione spagnolo passa tra le 5 e le 7 ore al giorno a rinforzare i muscoli in palestra, e durante la preparazione due volte alla settimana ha fatto 20 km in bicicletta su un dislivello di 1.200 metri sul valico di Ordino-Arcalìs (in Andorra): un percorso molto duro che è servito e serve al suo corpo a “soffrire” mantenendo 170 pulsazioni al minuto, ovvero quelle a cui arriva quando corre con la sua Ducati. Ad accompagnarlo nelle sue scorribande a pedali come mezzo d’appoggio c’è la Seat Leon nella versione più sportiva (lo spagnolo è brand ambassador della casa di Barcellona), la Cupra da 300 cavalli e trazione integrale, che lo ha “protetto” dalle altre vetture sulla strada.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bosch, per la guida autonoma punta sulla Silicon Valley – FOTO

next
Articolo Successivo

Formula E, ufficiale l’arrivo di Porsche nel 2019

next