“Vittoria elettorale di Lega e M5s? Ho 77 anni e spero di non finire in un campo di concentramento. Ho tre opzioni: clandestinità, fuga all’estero, eutanasia”. Così a L’Aria che Tira (La7) l’ex deputato del Pdl, Giuliano Cazzola, esprime ironicamente il suo pessimo giudizio su Lega e M5S. Gli replica con una battuta Paolo Becchi, professore ordinario di Filosofia del Diritto: “Anche un suicidio assistito”. Alessandro Giuli, giornalista di Libero e Il Tempo, ribatte a Cazzola: “Dia retta a me, qui l’unico problema è la calata delle truppe della Merkel. Per il resto vedo più mitezza che altro”. Ma l’ex parlamentare ribadisce: “Io penso di finire la mia vita in un campo di concentramento. Ho un giudizio molto chiaro e preciso su chi ha vinto le elezioni. Non voglio prendermi querele. Ma cito Hanna Arendt, che diceva che la plebe è la caricatura del popolo. Vi invito, quindi, a non confondere la plebe con il popolo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Landini vs Cazzola: “Chi ha fatto legge Fornero e Jobs act non esiste quasi più”. “Lei vuole il Paese col culo scoperto”

next