Il governo? “Lo faccia chi ha vinto le elezioni, il ruolo del Pd sarà quello di stare all’opposizione”, ripetono dal 5 marzo i vertici dem, chiudendo, seppur con diverse sfumature, all’ipotesi di appoggi esterni a un governo a 5 Stelle o del centrodestra. Eppure, in casa dem, c’è anche chi, come il neoeletto deputato Stefano Ceccanti, di fatto smentisce questa ricostruzione: “Se Mattarella ci chiedesse di partecipare al governo del Paese, senza Di Maio o Salvini nel ruolo di premier? Ogni cosa a suo tempo. Di Maio e Salvini pensano di aver vinto le elezioni, ma non le hanno vinte. Sono sedicenti vincitori. Vogliono l’incarico, ma non lo avranno perché non avranno i nostri voti. Questa è la prima fase della crisi, poi si vedrà”, ha spiegato Ceccanti, alla Camera per la registrazione dei neo eletti. “Prima di parlare d’altro o di governi di scopo bisogna chiarire che Di Maio e Salvini non hanno vinto. Ogni fase ha la sua logica”; ha insistito Ceccanti.
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sanità, qualche informazione (vera) sulla condizione italiana

prev
Articolo Successivo

M5s, i neoeletti all’hotel a 5 stelle. Ospiti (paganti) alla cena dell’Associazione Gianroberto Casaleggio

next