Il governo? “Lo faccia chi ha vinto le elezioni, il ruolo del Pd sarà quello di stare all’opposizione”, ripetono dal 5 marzo i vertici dem, chiudendo, seppur con diverse sfumature, all’ipotesi di appoggi esterni a un governo a 5 Stelle o del centrodestra. Eppure, in casa dem, c’è anche chi, come il neoeletto deputato Stefano Ceccanti, di fatto smentisce questa ricostruzione: “Se Mattarella ci chiedesse di partecipare al governo del Paese, senza Di Maio o Salvini nel ruolo di premier? Ogni cosa a suo tempo. Di Maio e Salvini pensano di aver vinto le elezioni, ma non le hanno vinte. Sono sedicenti vincitori. Vogliono l’incarico, ma non lo avranno perché non avranno i nostri voti. Questa è la prima fase della crisi, poi si vedrà”, ha spiegato Ceccanti, alla Camera per la registrazione dei neo eletti. “Prima di parlare d’altro o di governi di scopo bisogna chiarire che Di Maio e Salvini non hanno vinto. Ogni fase ha la sua logica”; ha insistito Ceccanti.