Nonostante il risultato a dir poco disastroso del Partito Democratico in Campania alle ultime elezioni politiche, Piero De Luca, figlio del governare Vincenzo De Luca, riunisce i fedelissimi in un locale di Salerno per festeggiare l’elezione alla Camera dei Deputati (grazie al proporzionale, visto che non ce l’aveva fatta all’uninominale). Grandi assenti il padre e il fratello Roberto. Tra selfie e abbracci De Luca Junior ringrazia i sostenitori e promette di andare presto a Caserta e rilancia: “Voglio essere il deputato di tutti, non solo di chi mi ha votato”. Un ringraziamento per i tanti che lo hanno sostenuto, spiega nel suo breve discorso De Luca Junior. La serata durata poco più di due ore vede il figlio del presidente campano concedersi davvero a tutti senza lasciar spazio alle polemiche: “Avremo poi modo di commentare il risultato elettorale”, spiega nei due minuti in cui prende la parola. Accanto a lui Franco Alfieri, l’uomo balzato agli onori della cronaca per la celebre battuta del governatore De Luca sulle “fritture di pesce” con le quali ottenere voti. Tuttavia proprio nella sua Agropoli è stato battuto non solo dal M5S, ma anche e soprattutto dal centrodestra: “Non hanno vinto i candidati ma il loro simbolo. Hanno intercettato la rabbia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sicilia, all’Ars sedute lampo e 3 leggi (inutili) in 3 mesi: ma ecco 34 nuovi consulenti. Che costano un milione l’anno

next