Gori ha fatto tutto quello che poteva fare. Sono convinto e spero che non molli perché si è rivelato politicamente molto capace e amato. L’election day è stato il principale problema perché si è votato sui simboli. Renzi? Le dimissioni erano attese per come si erano messe le cose, sulle modalità riflettiamo con calma perché alcuni passaggi del suo discorso non sono chiari nemmeno a me. La mia sintesi su Milano è che il voto sia andato bene. Rimane però il fatto che il lavoro che dobbiamo fare è ancora tanto, in particolare sulle periferie. Fontana? A livello istituzionale collaboreremo, ma consiglio alla Lega di non essere arroganti, perché sentire dire al segretario regionale che Gori è stato un pessimo candidato non mi piace. Eviterei questi toni se vogliamo collaborare, non è che Milano ora cambia il suo atteggiamento, chiediamo il massimo rispetto perché ce lo meritiamo”. Queste le parole di Giuseppe Sala intervenuto a margine della conferenza stampa di Giorgio Gori.