Un network di siti e account social internazionali sta intervenendo in modo significativo sui temi della campagna elettorale italiana, diffondendo contenuti, scritti in inglese, perlopiù anti-immigrati, anti-Europa e anti-sistema, e a favore della Lega di Matteo Salvini. Lo racconta un’indagine di Sky TG24 HD, in onda oggi nelle principali edizioni del telegiornale. L’indagine è disponibile anche sul sito Skytg24.it e sui social della testata, dove sono presenti ulteriori approfondimenti sul tema.

La rete è composta da siti del movimento della nuova destra statunitense, account già descritti come filorussi, influencer da Paesi europei come l’Inghilterra, tutti con decine o centinaia di migliaia di follower su Twitter, Facebook e Youtube. Si tratta prevalentemente di contenuti contro i migranti e contro l’Unione Europa. Questo network, in alcuni casi, ha contribuito a far diventare virali notizie, video e immagini in inglese su questi temi.

Un esempio della capacità di mobilitazione di questo network è rappresentata da un video pubblicato sulla pagina Facebook di Salvini in cui si alternano anziani italiani che rovistano nell’immondizia e migranti che in un centro di accoglienza chiedono wi-fi e cibo migliore.La clip, già diffusa in Italia, è stata tradotta in inglese e rilanciata da bot, software automatici utilizzati per diffondere in rete contenuti e notizie, e da account con decine di migliaia di follower.Si tratta delle stesse dinamiche e, in alcuni casi, anche degli stessi siti e account, che sono stati osservati in azione in occasione di altre campagne elettorali europee.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

M5S, Grillo: “Ho parlato tutta la vita. Capisco il senso delle parole: forse è finita l’epoca del Vaffa”

prev
Articolo Successivo

Destinazione Marte, gli orti a gravità zero. Così nutriremo gli equipaggi nei viaggi stellari di lungo raggio. Lo speciale su SkyTG24

next