Salvini giura sul Vangelo? Io non avrei fatto così, anche se mi fa piacere che oggi la sinistra faccia tutta questa levata di scudi e torni a difendere i simboli del cristianesimo, quando ha avuto ministeri dei Beni Culturali che finanziavano mostre in cui era raffigurato nostro Signore Gesù Cristo immerso nell’urina”. Sono le parole della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ospite di Otto e Mezzo (La7), sull’ultima svolta cattolica del suo alleato di coalizione, Matteo Salvini. Immediata la replica dell’attrice Monica Guerritore, in riferimento alla citazione di “Piss Chirst”, una fotografia realizzata da Andres Serrano: “E’ lo stesso caso di Caravaggio, che veniva criticato perché rappresentava la Madonna incinta”. “Tra quella fotografia e Caravaggio c’è un abisso che si chiama arte”, ribatte Meloni. “L’arte non è codificabile, è libera per natura”, ribadisce Guerritore. La discussione poi si sposta sul fascismo e sull’antifascismo. Meloni, che più volte ha bollato come “cretino” il dibattito, osserva: “Sono stata chiara da 20 anni a riguardo, ma non vi interessa. E non interessa alla sinistra, che ha bisogno dello spauracchio dell’antifascismo e del fascismo, altrimenti non sa di che cosa parlare in campagna elettorale. Mi pare folle che io debba fare tutta la mia campagna elettorale a parlare di qualcosa che è morto 70 anni fa”. Si scatena la polemica con Monica Guerritore a proposito della Costituzione. Poi Meloni si pronuncia sulle unioni civili: “Non credo che ci saranno i voti per abolire quella legge, ma a me interessa il tema dell’adozione gay, a cui sono contraria”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Elezioni, come si vota e come funziona il Rosatellum. Le istruzioni per le politiche del 4 marzo, in 3 minuti

next
Articolo Successivo

Elezioni, la campagna di Greenpeace per far parlare i politici di ambiente: “Ma questa è una fake news”

next