Nei giorni scorsi gli elettori italiani residenti all’estero hanno ricevuto il plico con le schede elettorali (sono voti validi quelli pervenuti al consolato entro il 1 marzo). Anche all’isola di Tenerife, dove questa elettrice ha deciso di registrare una videodenuncia, delle modalità con cui viene consegnato il plico. Nelle immagini, pubblicate sul proprio profilo Facebook, si vedono le buste contenenti le schede elettorali e le istruzioni di voto lasciate nelle cassette postali senza alcuna protezione e quindi facilmente accessibili a tutti. Alcune addirittura si trovano sopra le stesse cassette. La ragazza infatti prende diversi plichi in mano, anche quelli non indirizzati a lei: “E la situazione è simile nei palazzi qui intorno” sottolinea. Sul totale degli aventi diritto al voto, gli elettori stimati residenti all’ estero sono circa 4,2 milioni.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, Caiata: “Tranquillo, presto si farà luce e chiederò riammissione al Movimento”

next
Articolo Successivo

Elezioni, Liberi e Uguali: “Aggrediti da un militante di estrema destra a Pioltello”. Casapound: “Denunciato loro attivista”

next