“Sono cose che non fanno mai piacere. Cercheremo di valutare la posizione di Luciano Passariello quando avremo tutti gli elementi”, dice Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia. “Non ho gli elementi per giudicarlo, speriamo di avere qualche elemento di più anche nelle prossime ore per poter fare chiarezza. Se dovesse essere eletto e poi condannato, chiederei le sue dimissioni”

“Passariello? E chi è?”, dicono Ignazio La Russa e Guido Crosetto. “Le liste si fanno guardando a quello che si sa in quel momento. Quando abbiamo fatto le liste, questa inchiesta tutta da decifrare ancora non esisteva”. “Abbiamo fiducia nella magistratura ma abbiamo visto Woodcock quanti buchi nell’acqua ha fatto”, dice Daniela Santanché. “Se non dovesse essere innocente, saremo i primi a cacciarlo da Fdi”, dice Fabio Rampelli. “Ma questa è giustizia a orologeria”.

Quanto ad Agostino Chiatto, spiega Giorgia Meloni, “è diffidato dall’associare il suo nome per il futuro dei suoi giorni ad una realtà come Fratelli d’Italia. Ho visto le immagini che mi fanno capire quali sono le responsabilità di questa persona”, spiega Meloni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Napoli, inchiesta appalti rifiuti. Roberto De Luca si dimette: “Provocazione vergognosa. Non voglio fornire alibi”

prev
Articolo Successivo

Calenda tra lapsus e sfogo su Embraco: “Non ricevo più questa gentagl… Da loro cose mai sentite”

next