Un ragazzo di 21 anni è morto nella notte di venerdì 16 febbraio travolto da un treno merci alla stazione di Finale Ligure. Il giovane si era seduto sul marciapiede del secondo binario: quando i macchinisti lo hanno visto hanno azionato il freno di emergenza, ma l’impatto è stato inevitabile. I soccorritori hanno provato a rianimare il giovane, ma è stato inutile. Resta ancora da chiarire l’esatta dinamica di quanto accaduto: i carabinieri sono al lavoro per capire se sia stato un gesto volontario o una distrazione e, in questo caso, perché il giovane fosse seduto lì e se in compagnia di altri ragazzi.

Le forze dell’ordine di Finale e di Albenga per portare avanti le indagini si avvarranno anche dei filmati delle telecamere della stazione. È il secondo giovane, in una settimana in Liguria, che muore investito da un treno. Tra martedì 13 e mercoledì 14 infatti, un ragazzo marocchino, anche lui di 21 anni, era stato travolto da un treno mentre attraversava i binari a 500 metri dalla stazione di Sestri Levante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Galateo nella Curia, perché solo il Papa può decidere le dimissioni di cardinali e vescovi

next
Articolo Successivo

Macerata “libera e antifascista”: la manifestazione voluta dal sindaco per “riannodare i legami della comunità”

next