Il 4 marzo “potrebbero esserci due scenari per il Movimento cinque stelle. Uno è quello di aver raggiunto il 40% e, quindi, di poter governare da soli. Ma se dovessimo aver raggiunto meno, dovremo fare un appello pubblico a tutte le forze politiche presenti in Parlamento per dare un governo a questo Paese”. Lo afferma il candidato premier Cinque stelle, Luigi Di Maio, ad Aosta. “Non vogliamo restare nell’angolo – aggiunge – non vogliamo lasciare il Paese nel caos”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migranti, Gratteri contro Minniti: “Non è da Stato civile far costruire gabbie in Libia per bloccare le partenze”

prev
Articolo Successivo

Jazz club vs Grillo per la sua frase sul liscio: “Discriminatoria”. E il fondatore del M5s risponde così

next