Una turista veneta di 55 anni è morta in Costiera Amalfitana (Salerno) a causa di un’onda che l’ha travolta e risucchiata in mare. La tragedia è avvenuta a Praiano intorno alle 11. La donna si trovava in compagnia di un’altra persona e di un’altra coppia di amici. Tre di loro, compresa la vittima, sono finiti in mare; una quarta persona si è tuffata in un secondo momento nel tentativo disperato di salvarli.

Mariangela Calligaro, originaria di Belluno, si trovava in compagnia del marito, Carlo Talamini di 56 anni, e di un’altra coppia di amici, Nicoletta Bressa e Nicola Zeggio, entrambi di 57 anni. I quattro erano in tenuta da trekking quando sono stati recuperati. Verosimilmente erano usciti per una passeggiata lungo il sentiero costiero. La salma della donna ora si trova all’ospedale di Castiglione di Ravello in attesa dell’autopsia. Da una prima ispezione esterna la donna presenta ecchimosi sul viso, conseguenza della caduta.

Lungo quel tratto costiero è presente il parapetto, ma spetterà alla Guardia Costiera visionare le eventuali telecamere presenti in quell’area e appurare se vi fossero ben esposti tutti i cartelli indicanti pericoli e divieti. Quando la motovedetta della Capitaneria di Porto è giunta sul luogo, il marito era aggrappato ad una boa cercando di sorreggere la moglie. La prima ad essere soccorsa è stata proprio la donna, alla quale sono state praticate tutte le manovre di rianimazione ma che ai soccorritori è apparsa già esanime. Cosa che è stata poi confermata dai sanitari dell’ambulanza. Il marito, invece, era in stato di ipotermia e di comprensibile choc.