Applausi e ma anche qualche contestazione all’arrivo di Matteo Renzi a Massa, ultima tappa della sua visita toscana, a bordo del treno “Destinazione Italia“. Lungo i binari della stazione, una piccola folla di militanti Pd, con tanto di bandiere, lo ha salutato chiedendo selfie e cori. Fuori la stazione, invece, alcune decine di persone lo hanno fischiato. Nel pomeriggio il segretario del Pd aveva incassato un’altra contestazione a Castagneto Carducci, in provincia di Livorno (guarda il video)

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

D’Alema: “Renzi, Berlusconi e Di Maio? Tre populismi diversi”. Botta e risposta con Gruber e Porro

prev
Articolo Successivo

D’Alema: “Orfini non si permetta di dire che faccio ridere. Ha l’arroganza di Renzi e del suo gruppetto”. Battibecco con Porro

next