Non è stato sbranato dal Bull Terrier dell’amico ma è morto a causa di un malore. Questo l’esito dell’autopsia effettuata dal medico legale sul corpo di Davide Lobue, l’addestratore cinofilo trovato morto sabato scorso in un giardino di Monteu da Po, a Chivasso (Torino). La procura di Ivrea ha aperto un fascicolo per omicidio, mentre soltanto i risultati degli esami tossicologici permetteranno di capire di più sull’origine del malore. La morte risale a sabato scorso, quando Daniele Conte, un amico di Lobue, ha chiesto al giovane addestratore di accudirgli il cane mentre lui era a Milano per un concerto. Nella notte, Lobue è stato trovato con profonde ferite alla testa e al collo. Ad informare le forze dell’ordine un vicino di casa del proprietario che aveva sentito l’animale abbaiare. Quando sono arrivati i soccorsi, il giovane addestratore era già morto.