Ha preso il via questa mattina, a Torino, il trasferimento dei primi migranti dall’ex-Moi, l’ex-villaggio olimpico da tempo occupato  dal 2013 da centinaia di rifugiati, da famiglie di profughi e migranti. In questi spazi sottoterra vivevano 80 persone che dovrebbero essere ricollocati in altre strutture messe a disposizione dalla Diocesi di Torino. Una ventina di loro però si è opposta allo sgombero e ci ha mostrato dove ha vissuto fino a oggi.  “Siamo da sei anni in Italia e non ci fidiamo più delle proposte delle istituzioni” raccontano alcuni dei ragazzi che non vogliono abbandonare le palazzine