Calci, pugni e scariche elettriche. Durante la puntata di giovedì 26 ottobre di Piazzapulita (su La7) è stato trasmesso il servizio di Micaela Farrocco con le intercettazioni ambientali dell’inchiesta della Procura di Massa Carrara sui carabinieri della Lunigiana. Negli audio, particolarmente crudi, si sentono le urla di un marocchino fermato perché sospettato di essere uno spacciatore: i carabinieri lo picchiano con calci e pugni alla schiena e lo colpiscono con scariche elettriche. Cercano il bilancino, lo insultano: “Dimmi dove l’ hai buttato se no ti faccio male, pezzo di stronzo” gli urlano. Nel servizio si sente la voce del brigadiere Alessandro Fiorentino, arrestato a giugno e attualmente detenuto nel carcere di Verbania. È accusato di diversi reati, tra cui violenza privata, violenza sessuale, abuso d’ufficio e sequestro di persona. Insieme a lui altri 33 carabinieri. Secondo il procuratore di Massa Carrara Aldo Giubilaro, per il gruppo di carabinieri abusi, violenze e illegalità “erano la normalità”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ravenna, “Filmata mentre venivo stuprata nella doccia”. Arrestati due giovani

prev
Articolo Successivo

Roma, autobus Atac in fiamme alla stazione Termini. Fumo denso su tutto il piazzale

next