Calci, pugni e scariche elettriche. Durante la puntata di giovedì 26 ottobre di Piazzapulita (su La7) è stato trasmesso il servizio di Micaela Farrocco con le intercettazioni ambientali dell’inchiesta della Procura di Massa Carrara sui carabinieri della Lunigiana. Negli audio, particolarmente crudi, si sentono le urla di un marocchino fermato perché sospettato di essere uno spacciatore: i carabinieri lo picchiano con calci e pugni alla schiena e lo colpiscono con scariche elettriche. Cercano il bilancino, lo insultano: “Dimmi dove l’ hai buttato se no ti faccio male, pezzo di stronzo” gli urlano. Nel servizio si sente la voce del brigadiere Alessandro Fiorentino, arrestato a giugno e attualmente detenuto nel carcere di Verbania. È accusato di diversi reati, tra cui violenza privata, violenza sessuale, abuso d’ufficio e sequestro di persona. Insieme a lui altri 33 carabinieri. Secondo il procuratore di Massa Carrara Aldo Giubilaro, per il gruppo di carabinieri abusi, violenze e illegalità “erano la normalità”.