“Mentre ci distraggono con Anna Frank, in Senato oggi votano la porcata antidemocratica Rosatellum“. La frase è del consigliere M5s nel Lazio Davide Barillari: per rilanciare la manifestazione contro la legge elettorale del M5s in piazza del Pantheon a Roma ha deciso di attaccare i media, a suo dire, per la decisione di dare spazio solo alla vicenda degli adesivi antisemiti dei tifosi della Lazio. La frase, inizialmente difesa dallo stesso Barillari che poi però è stato costretto a scusarsi, ha sollevato numerose polemiche. Tanto che la deputata romana e candidata M5s in Regione Roberta Lombardi ha dovuto dissociarsi: “Una battuta sicuramente poco felice. Come ho già detto la foto di Anna Frank con la maglia della Roma è un gesto ignobile”.

Il candidato alla presidenza della Regione nel 2013 e sconfitto alle recenti ‘regionarie’ online proprio dalla Lombardi, nel corso della giornata ha provato prima a rimediare sempre su Twitter: “Io sono stato e sempre sarò antifascista”, ha scritto. “Per questo critico fortemente i nuovi fascisti, che impongono leggi elettorali a botte di fiducia“. In serata è stato poi costretto a scusarsi, dicendo di essere stato frainteso, di avercela solo con i media e ha parlato di “tempesta in un bicchier d’acqua”.

Una precisazione che però non è bastata. All’attacco vari esponenti del Partito democratico. “La mancanza di sensibilità di alcuni rappresentanti istituzionali dei 5 stelle sui temi della lotta all’antisemitismo mi fa ribrezzo”, ha scritto Emanuele Fiano, deputato dem, che ha dato il nome alla nuova legge sulla propaganda fascista. “C’è chi considera Anna Frank una distrazione. Questo soggetto è inqualificabile #M5S”, ha twittato la renzianissima Alessia Morani, vice presidente del Pd alla Camera. Lorenza Bonaccorsi, deputata renziana, ha definito “pura follia” quella di Barillari e ha chiamato in causa la stessa Lombardi. “Poiché incredibilmente è uno degli uomini di punta della squadra con cui la Lombardi si presenta alle elezioni del Lazio, le chiedo una chiara e netta presa di distanza da questa gravissima sortita”. Il presidente uscente del Lazio e ricandidato Pd, Nicola Zingaretti, ha dichiarato che “sarebbe come minimo opportuno da parte del consigliere Davide Barillari chiedere scusa”. In serata Barillari è stato costretto a scusarsi: “Su Anna Frank gesto orribile, che ovviamente condanno. La mia voleva essere una provocazione, risultata inopportuna. E me ne scuso”. “Io criticavo l’informazione, non Anna Frank”.