Confronto serrato a Otto e Mezzo (La7) tra Andrea Scanzi e Roberto Giachetti (Pd) sulla legge elettorale. Il giornalista del Fatto Quotidiano ha rimproverato al vicepresidente della Camera di aver mutato nel tempo l’atteggiamento nei confronti delle leggi elettorali: “Prima ha combattuto il Porcellum poi ha beatificato l’Italicum, entrambi bombardati dalla Corte Costituzionale. Oggi beatifica il Rosatellum che ha gli stessi difetti dell’Italicum e del Porcellum, non capisco come possa accettare questa schifezza”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Salvini vs Padellaro: “M5s dice che sono venduto? Loro hanno votato con Renzi e sono con D’Alema e Bersani”

prev
Articolo Successivo

Legge elettorale, Scanzi vs Giachetti (Pd): “Perché citi sempre M5s? Stai parlando con me, non con Di Maio. Telefonagli”

next