Ci sarebbe un oscuro retroscena, forse la mano della criminalità organizzata, dietro l’incendio del campo rom di Scampia che lo scorso 27 agosto. lo ha praticamente raso al suolo. Stando alle dichiarazioni rubate a due persone che abitavano in quel campo, qualcuno da molto tempo avrebbe chiesto loro di incendiare rifiuti di vario genere, anche tossici. E quando i rom tentavano di ribellarsi queste persone le minacciavano di dar fuoco all’intero campo. Poi qualcosa è cambiato: la comunità avrebbe iniziato a collaborare con le istituzioni fornendo loro le prove degli sversamenti. Ma da quel momento è iniziato l’inferno.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Si dimentica il casco: baby ladro incastrato incastrato dalle telecamere dopo il furto dello scooter

next
Articolo Successivo

Firenze, due studentesse Usa denunciano due carabinieri: “Ci hanno violentate”

next