Alessandro Di Battista attacca il ministro degli Esteri Angelino Alfano dopo l‘audizione del titolare della Farnesina sul caso Regeni in Parlamento. “Vergogna. Lei ha pronunciato il discorso più ipocrita che io abbia ascoltato da quando sono parlamentare della Repubblica”. Per Di Battista il governo avrebbe dovuto riferire alle Camere subito dopo l’inchiesta pubblicata dal New York Times a metà agosto e prima della decisione del governo di inviare di nuovo l’ambasciatore al Cairo. “Avevate il dovere di convocare o la commissione o l’aula prima dell’invio dell’ambasciatore italiano al Cairo”, ha attaccato Di Battista. Per poi scagliarsi contro i presidenti delle due commissioni, Pierferdinando Casini e Fabrizio Cicchitto: “Siete corresponsabili, perché le Commissioni dovevano essere convocata immediatamente. Una vergogna incredibile aver convocato l’audizione solo il 4 settembre”, ha concluso. “Si vergogni lei, di un intervento cialtronesco che strumentalizza la memoria di Giulio Regeni per scopi di speculazione politica”, ha replicato Casini. “Potrà anche vincere le elezioni ma se pensa di intimorirmi con questo linguaggio, si sbaglia di grosso”, ha concluso.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Caso Regeni, Alfano: “Egitto partner ineludibile. Il rapporto non sarà mai un ostacolo alla verità”

prev
Articolo Successivo

Caso Regeni, Di Battista: “Cicchitto dice che fu omicidio ad orologeria. Gentiloni riferisca”

next