Dopo un primo video girato mentre viaggiava in direzione di Benevento, Vittorio Sgarbi ne ha pubblicato un secondo, questa volta sulla sua pagina Facebook. Scrive: “Abbiamo identificato il pirata della strada e la sua Lamborghini del cazzo. Beh, se lo vedete, sputategli in faccia a nome mio!”. Secondo Sgarbi, il “pirata” avrebbe ostacolato il traffico autostradale. Per punirlo, già nel primo video Sgarbi legge la targa dell’auto. Ma nel secondo video fornisce addirittura le generalità del proprietario. Che non ci sta e lo denuncia. Il critico dovrà rispondere di diffamazione e istigazione a delinquere

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pistoia, alla messa i fischi sono per Forza Nuova. I fedeli applaudono il prete dell’accoglienza

prev
Articolo Successivo

Trentino, incidente durante scalata in cordata: due morti e sette feriti. Tra le vittime il meccanico privato di Max Biaggi

next