Proprio nei giorni in cui Vladimir Putin mostrava ancora una volta i suoi prepotenti pettorali incurante del freddo siberiano, dalle nostri parti, spiaggiato su un tristanzuolo prato del bresciano, il wannabe leader dell’alt-right italiana Matteo Salvini ha cercato di rispondere da par suo, mostrandosi a petto nudo a favore di obiettivo.

Il confronto è impietoso e non è solo una questione politica. Mentre lo zar di tutte le Russie sfoggia un fisico invidiabile per i suoi 64 anni suonati, il Nostro mostra evidenti mollezze adipose, facendo dubitare i suoi seguaci sulla tenuta del Leader senza macchia e senza paura.

Anche le ultime foto del picnic a Ponte di Legno fanno parte della strategia comunicativa salviniana, così come l’ormai onnipresente Elisa Isoardi che, mentre Salvini mostrava i rotolini, affettava allegramente del salame rigorosamente padano. La conduttrice di RaiUno ha fatto anche il suo esordio da first lady con tanto di foto a bordo palco durante il comizio del poco tonico leader, brindisi con i militanti leghisti e persino foto con striscione verde padano in bella mostra.

La macchina propagandistica del salvinismo è in pieno movimento, ma c’è da lavorare (e non poco) sui pettorali.