Se oltreoceano si attende con impazienza la spettacolare eclissi totale di sole del 21 agosto, da questa parte del pianeta dovremo accontentarci di un eclissi parziale di luna per il 7 agosto e sarà anche l’ultima che potremo vedere dall’Italia. Perché per ammirare la prossima bisognerà attendere un anno intero, fino al 27 luglio del 2018, quando avremo una eclissi totale di luna.


Fino ad allora quella del 7 agosto è anche la migliore eclissi che possiamo vedere, spiega l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope: “La vedremo sorgere piena e bellissima con il suo disco già intaccato da un morso di ombra della Terra, perché il fenomeno sarà già in corso. Sarà quindi molto suggestiva”.

L’eclissi si potrà osservare al sorgere del nostro satellite, quindi alle 20.12 pochi minuti prima della fase massima della parzialità prevista alle 20:20. Il Virtual Telescope la seguirà in diretta a partire dalle 20:50. “È uno di quei fenomeni – aggiunge Masi – che si presta all’osservazione ad occhio nudo o con un binocolo, non occorre necessariamente una strumentazione. E si presta molto bene anche ad essere fotografato”. Quanto alla grande eclissi totale di sole attesa il 21 agosto, il fenomeno sarà visibile nella totalità esclusivamente dal territorio degli Stati Uniti continentali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Antimateria, la caccia al Cern continua: ottenuta la prima impronta digitale in HD

next
Articolo Successivo

Paolo Nespoli, prima foto della Terra dalla Cupola della Stazione Spaziale

next