“Alleanza con la Lega a Genova per i ballottaggi? È l’unico sistema che abbiamo per portare il centrodestra alla vittoria”. Esordisce così Silvio Berlusconi in una intervista a David Parenzo per L’Aria che Tira (La7). Il Cavaliere, alla domanda su chi sia preferibile tra Umberto Bossi e Matteo Salvini, risponde: “Dipende dalle stagioni. Uno va bene come l’altro. Io sono concavo e convesso, quindi con me tutti quanti possono trovare il modo di intendersi. Salvini sembra essere più vicino al M5S? Non è mica suicida, sa chi sono i 5 Stelle: non hanno né arte, né parte e possono sposare oggi un’idea per poi cambiarla subito il giorno dopo. I loro elettori sono in buona fede, ma da un momento all’altro si accorgeranno di questo”. Staffilata anche al leader del M5S: “Grillo come comico era formidabile. Peccato che voleva sempre essere pagato in nero“. E a Parenzo che chiede se si tratta di una battuta, risponde: “Sì, è una battuta. Assolutamente”. Poi aggiunge: “La classe dirigente del M5S? Sono tutte persone che prima, in ‘grandissimissima’ maggioranza, non avevano mai fatto niente di buono per sé e per la propria famiglia. Mi sembra che il 76% di loro non ha mai presentato una dichiarazione di redditi. Ora sono loro i veri professionisti della politica, perché vivono della indennità parlamentare. Di Maio e Di Battista” – continua – “prima di diventare parlamentari, dichiaravano reddito zero. Adesso invece vogliono tutti quanti stare lì più a lungo possibile, perché calcolano che da qui a febbraio o a marzo del 2018 ci sono ancora 100mila euro da prendere. Moltissimi di loro, dopo l’esperienza parlamentare, non avrebbero più un lavoro”. Sulla sindaca di Roma, Virginia Raggi, osserva: “Le suggerisco di fregarsene di queste inchieste e di questi avvisi di garanzia. Se ci saranno, resti solidamente al suo posto, perché la dobbiamo smettere di buttare per aria i risultati elettorali, cioè la stessa democrazia, per accuse non provate. Poi ci sono altri motivi per cui la signora dovrebbe dimettersi”. Battuta finale sull’ex alleato Angelino Alfano: “È difficile che i nostri elettori possano accettare il ritorno di uno che ha sostenuto per 3 volte la sinistra. E quindi è improbabile che possa tornare tra noi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Berlusconi: “Cosa mi piace di Donald Trump? La moglie Melania per la bellezza, lo stile e il fascino”

next
Articolo Successivo

Berlusconi: “Renzi? Mi piacque molto sin da quando venne ad Arcore. Lui non è comunista. Bersani e D’Alema sì”

next