A chi dice che cerchiamo l’instabilità dico che evidentemente avete mangiato male negli ultimi giorni. Perché se c’è un partito che ha combattuto in Europa per creare condizioni di flessibilità che prima non c’erano, questo è il Pd“. E’ il monito lanciato dal segretario del Pd, Matteo Renzi, durante la direzione nazionale del partito. L’ex presidente del Consiglio si sofferma sulla legge elettorale: “Il Pd non ha fretta di votare, non siamo impazienti, ma deve essere chiaro che le elezioni non sono una minaccia. Dire che il passaggio elettorale costituisce una minaccia è una tesi suggestiva che non mi sentirei di proporre ai millennials, altrimenti si fa una figuraccia”. E sottolinea: “La banale semplificazione dell’inciucio con Berlusconi è talmente stancante da aver perso anche il motivo di divertimento che aveva all’inizio. La legge elettorale? Non è la mia legge elettorale, non sono contento ma abbiamo scelto la responsabilità

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Antimafia, Bindi: “Alle prossime elezioni non esamineremo liste nazionali. Spero i partiti abbiano imparato la lezione”

next
Articolo Successivo

Pd, la nuova segreteria Renzi: dall’ex amico ritrovato Richetti alla sindaca di Lampedusa Nicolini e alla lettiana Rizzo

next