“L’obiettivo dell’estensione dei vaccini obbligatori e delle misure per il mancato rispetto è quello di evitare che le difficoltà che oggi ci sono si trasformino in vere emergenze“. Così il premier Paolo Gentiloni al termine del Cdm ha spiegato le motivazioni che hanno portato all’approvazione del decreto che introduce l’obbligo delle vaccinazioni per gli asili e le scuole materne. “Oggi – spiega – non siamo in una emergenza, altrimenti sarebbero state necessarie delle ordinanze“. Quindi sono state prese “misure che, con gradualità, consentiranno una protezione per i bambini più elevata, una maggiore sicurezza”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccini, sì a decreto per obbligo a scuola. Da 4 a 12 quelli obbligatori. Chi rifiuta rischia maxi multe e potestà genitoriale

next
Articolo Successivo

Marcia migranti, Salvini: “Un insulto ai poliziotti feriti in Centrale e agli italiani che vivono in povertà”

next