Gli scavi di Pompei non conoscono pace. Una borchia in bronzo risalente al VI secolo A.C. esposta nella mostra Pompei e i Greci all’interno della cosiddetta Palestra Grande, è stata rubata. La borchia, ornamento per porte, era infissa su un pannello di legno e coperta solo davanti da un pannello di plexiglass. Il furto si sarebbe verificato durante l’orario di apertura al pubblico. Indagano i carabinieri del Nucleo investigativo di Torre Annunziata (Napoli).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, il M5s vara regolamento per gli ambulanti:”Giusto compromesso tra decoro e lavoro”. “Vince conservazione”

next
Articolo Successivo

G7 Taormina, stop ad attracco navi di soccorso a migranti. Ong in allerta, il Viminale rassicura: “Rischio calcolato”

next