Oggi nasce il Pdr, il partito di Renzi? No, è il nuovo Pd. Sarebbe il Pdr se ci fosse stata auto-acclamazione, ma quasi due milioni di persone hanno eletto il segretario”. Così, all’assemblea nazionale dem, ha replicato il deputato renziano Matteo Richetti, nel giorno della proclamazione dell’ex premier a capo del Nazareno. La minoranza, però, chiede un cambio di rotta: “Chiediamo garanzie sui contenuti, a partire dalle legge elettorale: via i capilista bloccati”, ha spiegato Francesco Boccia, che ha sostenuto Michele Emiliano alle ultime primarie. “Come farà il governo ad andare avanti con Renzi che lo pungola ogni giorno? Ha smentito i suoi giornalisti. Volevo dire, i retroscena…”, ha poi aggiunto, con tanto di lapsus.”Si faccia una buona legge elettorale, poi il percorso della legislatura mi sembra segnato”, ha concluso Gianni Cuperlo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legittima difesa, Albamonte (Anm): “Riforma animata da sfiducia ingiustificata nel lavoro dei magistrati”

next
Articolo Successivo

Assemblea Pd, Renzi proclamato segretario. Orlando: “Scissione errore, ma a Berlusconi preferisco Bersani”

next