Non capisco perché si debba distinguere tra rifugiati e migranti economici. Se uno muore di fame, non dovrebbe migrare?”. A rivendicarlo è l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi, nel corso di un intervento alla Conferenza interparlamentare dei Paesi G7/G20. “Le migrazioni vanno guidate e regolamentate. Dalla seconda guerra mondiale e fino al 1980 in Europa non arrivava alcun migrante. Dal 1980 in poi i migranti verso l’Europa sono 1,5 milioni ogni anno e i numeri stanno aumentando. D’altronde l’età media in Italia è 46 anni e presto arriveremo a 50 anni. In Africa ci sono Paesi in cui l’età media è 17-18 anni”. L’ex Presidente della Commissione Ue ha mostrato diversi dati: “In Germania, Spagna, Italia e Polonia la popolazione sta diminuendo. L’Italia perderà 6 milioni di abitanti. L’Africa raddoppierà la sua popolazione entro il 2050. Come non vedere che le migrazioni sono un aspetto enorme della vita mondiale?” Il Professore ha poi attaccato: “A rendere politicamente caldo il tema dei flussi migratori è la paura che muove molti voti“, ma rende la gestione del fenomeno “più complesso” e “condiziona il comportamento dei governi e dei leader politici in cerca di consensi, rendendo difficile l’integrazione dei migranti nei paesi ospitanti”.

A parole nostre - Sogni, pregiudizi, ambizioni, stereotipi, eccellenze: l'universo raccontato dal punto di vista delle donne. Non solo per le donne.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, Grasso: “Salvare persone in mare è un obbligo, non un gesto di buonismo”

next
Articolo Successivo

Arabia Saudita elimina il ‘tutor maschile’ per le donne (se non viola la legge islamica)

next