Ferraristi in festa. Il tedesco della Ferrari Sebastian Vettel conquista la pole position davanti al compagno di team Kimi Raikkonen. Terzo Bottas e quarto Hamilton.
Sebastian Vettel in pole position e due Ferrari in prima fila nel Gran Premio di Russia, quarta tappa del Mondiale 2017 di Formula 1. Il tedesco ha centrato la pole position con il tempo 1’33”194, precedendo di appena 59 millesimi il compagno di squadra Kimi Raikkonen. La pole mancava alla Ferrari dal gran premio di Singapore del 2015 e anche in quell’occasione era stato Vettel a centrarla, per una doppietta dobbiamo invece risalire a quasi 10 anni fa precisamente al Gran Premio di Francia di Magny Course 2008 (con Raikkonen 1° e Massa 2°).

Sul tracciato di Sochi la Ferrari oggi è riuscita a relegare in seconda fila le due Mercedes: terzo il finlandese Valtteri Bottas, staccato di 95 millesimi, quarto Lewis Hamilton con un ritardo importante di oltre mezzo secondo. “Sono al settimo cielo, la macchina è stata fenomenale oggi pomeriggio”, ha commentato Sebastian Vettel.

Ecco il programma del weekend, con gli orari per seguire il Gp di Formula 1 in diretta tv. Il Gran Premio di Russia sarà trasmesso in diretta tv esclusiva sulla piattaforma di Sky (streaming su Sky Go) e in differita sulle reti Rai. La gara inizia domenica 30 aprile alle ore 14 italiane. Per vederla in chiaro in tivù bisogna aspettare le ore 21.

Ecco qui sotto la griglia di partenza completa e i migliori tempi cronometrati sul giro. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Gp Bahrain, Ferrari e Vettel: quando la staccata li esalta

prev
Articolo Successivo

Ferrari sorride: in Russia vince Bottas, ma Vettel allunga su Hamilton in classifica F1

next