”Sono arrivata in Svizzera con Davide che chiedeva di poter scegliere la sua morte, opportuna, perché non ce la faceva più dopo tanti anni di sofferenze”. Mina Welby parla attraverso un videomessaggio dalla Svizzera dove ha accompagnato l’uomo malato di sclerosi multipla. ”Ora non riusciva più a fare nulla – dice Mina Welby – era diventata una vita poco degna secondo il suo giudizio. Sono felice di avere potuto fare questo al posto di Marco Cappato, perché dopo 10 anni che Piergiorgio ci ha lasciato è una cosa veramente giusta aiutare una persona a scegliere questa cosa che in Italia è proibita. Spero che almeno oggi Davide possa avere passato una giornata diversa perché durante il viaggio abbiamo cercato di farlo sorridere nonostante le sofferenze continue”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Genitori omosessuali, il convegno dell’Università di Firenze

next
Articolo Successivo

Beslan, Corte Ue condanna Mosca: ‘Paghi 3 milioni di euro’. Cremlino: ‘Inaccettabile’

next