“In questo Def è impossibile distinguere la propaganda trionfalistica del Governo dalle certezze degli impegni. Semplicemente si rinviano le scelte per non disturbare il manovratore. Le risorse destinate alle famiglie povere sono insufficienti e coinvolgono solo un terzo di questi nuclei. L’impegno per il rinnovo dei contratti di lavoro nel pubblico impiego è del tutto fumoso. Manca un piano preciso di rilancio degli investimenti pubblici. La disoccupazione si combatte con gli investimenti e non riproponendo i fallimentari sgravi o bonus fiscali del Governo Renzi. Le risorse per gli investimenti ci sono se consideriamo che in Italia c’è un’evasione fiscale strutturale e crescente superiore a 140 miliardi di euro ogni anno, di cui solo per l’Iva 40 miliardi”. Così il deputato di MDP Gianni Melilla.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5S Palermo, caso firme false: chiesto il rinvio a giudizio per i 14 indagati, tra loro tre parlamentari

next
Articolo Successivo

Report, blog Grillo contro il dem Bonifazi: “Risponda alle nostre 10 domande invece di querelare”

next