Manca poco alla chiusura del contratto per la vendita del Milan, prevista per il 13 aprile. I tifosi rossoneri vivono l’attesa con sentimenti contrastanti. Siamo andati ad ascoltare le loro voci domenica allo stadio di San Siro, prima della partita Milan-Palermo, che potrebbe essere ricordata come l’ultima del regno di Berlusconi. “Speriamo che i nuovi proprietari abbiano soldi da investire nella squadra, noi vogliamo tornare a vincere”, dichiarano alcuni. “L’Italia è in vendita ai cinesi, se ne vanno i marchi storici anche nel calcio”, osservano altri. “Per noi tifosi l’importante è l’amore per la maglia, ma servirebbe più chiarezza”, obiettano altri ancora. E c’è chi mette in dubbio la verità ufficiale: “Sicuri che Berlusconi venda davvero? Sembra tutta una partita dì giro”. “Una cosa è certa”, aggiunge un tifoso storico: “Con questa operazione stiamo facendo una pessima figura rispetto all’Inter”. Sabato c’è il derby, anticipato alle 12,30 per comodità dei telespettatori cinesi. Potrebbe essere il primo della nuova era.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Juventus-Barcellona: dieci cose, personaggi e sentimenti a cui Dybala somiglia

next
Articolo Successivo

Ryder Cup, Chimenti (Federgolf): “Soddisfatto, mai avuto dubbi”

next