Dopo il lancio di Alternativa popolare, partito “fotocopia” della vecchia Ncd, il ministro degli Esteri Angelino Alfano insiste nel tentativo di organizzare pure le primarie per trovare il “portabandiera” di un’area moderata. Gazebo già “vaneggiati” al momento del lancio di Ap, in modo da aggregare un’area di centro, in attesa che si chiarisca il destino della legge elettorale. “Da quando abbiamo lanciato Ap abbiamo notato l’interesse di movimenti e civiche”, rivendica, a suo dire, il leader di Ap.”Un giorno questo popolo farà le primarie. Insieme a noi e ai centristi di Casini, hanno già aderito Fare! di Flavio Tosi ed Enrico Zanetti di Scelta civica. Lo stessa Sc di Zanetti ora in gruppo con l’Ala di Denis Verdini alla Camera. E il senatore toscano ed ex plenipotenziario di Forza Italia? “Ci risulta non voglia più avere un ruolo da da protagonista…”, ha tagliato corto Alfano. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, base vota il programma Esteri. Le priorità: stop TTIP, sovranità e lotta all’austerità. E Russia è partner strategico

next
Articolo Successivo

Siria, dubbi M5s sulla strage con gas. Petrocelli: “Non so se sia stato Assad”. Castaldo: “No a giudizi affrettati”

next