È riuscito a scappare dalla gabbia dello zoo di Osnabrück, nel nordovest della Germania, dove era rinchiuso. Ma un custode del parco, appena lo ha intercettato, lo ha abbattuto. “Abbiamo reagito immediatamente con la squadra. Abbiamo dovuto abbatterlo per la sicurezza dei visitatori“, ha spiegato il responsabile dello zoo, Andreas Busemann, aggiungendo che “in nessun momento la vita di nessuno è stata a rischio” e sottolineando che l’incidente è stato risolto prima dell’arrivo della polizia. Prima di abbattere l’animale, i visitatori sono stati allontanati. Ora bisognerà capire come l’orso sia riuscito a fuggire.

Taps, nato nel 2004, e il fratello Tips, sono due orsi noti come ‘cappuccino’, un raro incrocio fra orso polare e orso bruno. La loro nascita era stata un evento per lo zoo. I loro genitori si trovavano nella stessa area di recinzione, ma nessuno pensava che potessero avere dei cuccioli. Inizialmente lo zoo di Osnabrück manteneva gli orsi polari e quelli bruni in una stessa area, convinti che non potevano incrociarsi con successo, ma dopo la nascita di Taps e Tips, le due specie sono state separate.

In natura sono stati trovati anche incroci di orsi polari e bruni, o grizzly, fenomeno che gli esperti mettono in relazione con il cambiamento climatico e la sovrapposizione degli habitat naturali di queste due specie. In Canada si sono infatti registrati alcuni casi di orsi ibridi dopo che il surriscaldamento del clima ha messo in contatto orsi bruni e polari. Tips e Taps avevano caratteristiche comportamentali di entrambi i genitori: amavano scavare buche nel ghiaccio d’inverno e l’estate ciondolavano con il tipico passo dell’orso bruno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Olanda, la crisi diplomatica con la Turchia nasconde un regolamento di conti

next
Articolo Successivo

Usa, consigliere di Trump: “Forse è stato spiato da forni a microonde trasformati in telecamere”. Poi la retromarcia

next