Il video, rilanciato anche da Matteo Salvini su Facebook, mostra una lite scoppiata su un bus della linea 8 di Livorno tra una famiglia magrebina e una passeggera italiana. “Ti ammazzo io”, grida la donna con l’hijab nero sul capo, mentre spintona l’italiana. Le due vengono presto separate e la famiglia scende dal mezzo. Nei commenti su Facebook, diversi utenti lamentano che l’antefatto, e le ragioni dello scontro, non siano presenti nel video. Le immagini, infatti, partono ad alterco già iniziato. Ma il leader della Lega twitta, e rilancia ugualmente il video: “L’8 marzo diventerà la “Festa della donna velata”? Alzare le mani e urlare “Ti ammazzo” non è un grande esempio di “integrazione”… Un pensiero a tutti gli autisti e ai passeggeri che sopportano l’arroganza delle amiche della Boldrini ogni santo giorno”. Così, un attivista di Asia-Usb Livorno (Associazione Inqilini e Abitanti) ha pensato di far parlare la diretta interessata. Che si chiama Sana, è mamma di una neonata, e vive da 11 anni in Italia con regolare permesso di soggiorno

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Spaccio e rapine, operazione contro ultras dell’Atalanta: indagato anche il figlio del procuratore di Brescia

next
Articolo Successivo

Frodi e corruzione “costano alle aziende dall’1 al 3% del fatturato annuo”

next