Con le sue dichiarazioni non certo all’insegna del politicamente corretto l’eurodeputato polacco Janusz Korwin-Mikke si era già fatto una fama di personaggio all’interno del Parlamento europeo ma stavolta si è superato: “Giusto che le donne guadagnino meno – ha detto durante un dibattito sul gap di genere nei salari -, perché sono più deboli, più piccole e meno intelligenti”. Frasi che potrebbero costargli una sanzione, e non sarebbe la prima. Il presidente del Parlamento Antonio Tajani ha aperto un’indagine interna dopo la denuncia di alcuni eurodeputati, tra cui il capogruppo dei socialisti Gianni Pittella. Inserito nel gruppo dei non iscritti, guardato come un alieno dai colleghi, Korwin-Mikke ha fatto altre volte parlare di sé per le sue frasi ed è già stato sanzionato due volte in passato per atteggiamenti razzisti. Molti dei suoi interventi sono visibili anche su Youtube. Ha definito ad esempio gli immigrati “spazzatura umana che non ha voglia di lavorare” e ha sostenuto che Hitler non era a conoscenza dell’Olocausto. Stavolta ha attaccato una collega spagnola spiegandole che “tra i primi cento giocatori di scacchi non c’è nemmeno una donna”. La prova, a suo parere, di un’intelligenza inferiore, che giustificherebbe anche stipendi inferiori. Anche se ora l’unico stipendio che rischia di subire un danno è il suo: le sanzioni, in questi casi, possono andare dalla multa alla sospensione

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bufera su Rod Stewart, inscena esecuzione in stile Isis nel deserto. “Fraintesi, giocavamo a ‘Game of Thrones'”

next
Articolo Successivo

Francia, Le Pen convocata dai giudici invoca immunità e non si presenta

next