Oltre 200 mila persone hanno nuovamente manifestato mercoledì sera a Bucarest e in altre città della Romania per protestare contro il governo di Sorin Grindeanu accusato di varare misure che vanificano la lotta alla corruzione dilagante nel Paese. A Bucarest, secondo i media locali, si sono registrati sporadici scontri e tafferugli tra dimostranti e polizia con un bilancio di almeno cinque feriti e una sessantina di arresti. A innescare la protesta popolare è stato il varo due giorni fa da parte del governo di un decreto d’urgenza che depenalizza l’abuso d’ufficio e altri reati di corruzione il cui danno quantificato non superi una certa somma.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bruxelles, popolari e socialisti fanno muro contro il possibile ambasciatore Usa: “Vuole distruggere Unione Europea”

next
Articolo Successivo

Migranti, alcuni esempi di buone pratiche di accoglienza

next