“Questa è la prima volta che c’è una condanna, che siano sette, dieci o cinque anni non ha importanza, è stato condannato il sistema – afferma Daniela Rombi, madre di Emanuela Menichetti, morta a causa delle gravissime ustioni riportate – loro hanno l’obbligo da oggi di rimediare alla negligenze che ci sono state e che hanno ammazzato 32 persone”.  Dopo la lettura della sentenza che vede condannati, tra gli altri, gli ex manager di Ferrovie, Rete Ferroviaria e Trenitalia, ha rilasciato alcune dichiarazioni anche Marco Piagentini, presidente dell’associazione dei familiari delle vittime della strage di Viareggio “Il mondo che vorrei” e vittima lui stesso. La notte del 29 giugno 2009 ha perso la moglie e due figli. “E’ stato letto un dispositivo che è molto complesso, non abbiamo capito nemmeno noi cosa è successo in questi cinque minuti di lettura, lo faremo stasera con i nostri avvocati”, ha spiegato Piagentini alla stampa. E aggiunge: “Se ancora si dichiarano innocenti, rinuncino alla prescrizione. Voglio vedere chi lo fa”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Scippo di Stato

di Daniele Martini 12€ Acquista
Articolo Precedente

Strage di Viareggio, i familiari: “Condanne dimostrano che il sistema di sicurezza non funziona. Come diciamo da 7 anni”

next
Articolo Successivo

Stadio della Roma, Comune non decide: rinvio di 30 giorni per l’ok al progetto

next