“Quando sono per strada con il mio compagno, sento la gente dire: ‘Lui deve essere veramente buono’. Oppure dice: ‘Certo che lei deve essere veramente molto intelligente’. A nessuno viene in mente che potrei essere brava a letto“. E’ lo sfogo pronunciato ai microfoni di Ecg Regione (Radio Cusano Campus) dalla deputata Pd Ileana Argentin a proposito del pregiudizio comune nei confronti dei disabili. “Per quale motivo c’è questa discriminazione?” – continua – “Nel mondo pare che i disabili siano asessuati. Noi per tutta la vita siamo chiamati ‘i ragazzi’, non siamo né femmine né maschi. E’ un problema di cultura“. Argentin si sofferma anche sulla ondata di commenti ingiuriosi e sessisti che nei social abbondano nei confronti delle donne, soprattutto titolari di un ruolo in politica, come la presidente della Camera, Laura Boldrini: “E’ una roba vergognosa e incommentabile, massacrano tutte le donne che sono in politica. Gli altri colleghi uomini non subiscono questo massacro. E questo non avviene solo a livello di popolino, ma anche di gente che ha un minimo di formazione. Questi insulti assurdi dimostrano la pochezza e la cultura folle di questo Paese sulle donne. La migliore soluzione? Io personalmente denuncio spesso alla Polizia Postale, ma francamente non se ne esce quando si dà spago a queste persone”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Prescrizione, il video di Riparte il futuro contro i luoghi comuni. “Già 107mila firme per riformarla, partecipate”

prev
Articolo Successivo

M5s, Taverna: “Renzi o D’Alema? Condivido il secondo, ma non voterei nessuno dei due”

next