Terremoto Centro Italia? Lo sciame sismico non è affatto terminato, nelle prossime ore potrebbero essere attese manifestazioni sismiche di magnitudo anche superiore, dell’ordine dei 6.0, che già registrammo a Visso”. Sono le parole pronunciate ai microfoni di Ecg Regione (Radio Cusano Campus) dal presidente dell’Ordine dei geologi del Lazio, Roberto Troncarelli, che spiega brevemente quanto accaduto stamattina: “In realtà, è un trend che non si è mai arrestato a partire dal 24 agosto. A parte queste scosse importanti di oggi la micro-sismicità ha sempre interessato quelle zone, a partire da quando si è verificato il primo forte terremoto. C’è una tendenza evolutiva in corso, con una focalizzazione di energia in quella zona. Progressivamente” – continua – “si hanno dei rilasci di energia sotto forma di rotture. Gli eventi di stamattina sono assolutamente correlabili a quelli di agosto e di ottobre. Le profondità degli epicentri depongono in tal senso: sono sempre comprese tra i 7 e gli 11 chilometri”. E aggiunge: “C’è un trend sismico importante, non possiamo escludere repliche importanti che superino le magnitudo di stamattina. Non è possibile dire che ciò avverrà, ma con altrettanta certezza è impossibile escluderlo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Terremoto in Centro Italia, allevatori in ginocchio: animali al freddo o sotto i tetti crollati. “Da agosto non si è fatto nulla”

next
Articolo Successivo

Terremoto Centro Italia, le testimonianze: “Troppa neve, non riusciamo neanche a scappare. Abbiamo paura”

next